Caffe' Pagato (2 lettori)

marofib

Forumer storico
se si guarda il breakeven inflation swap 5y ma ancora di + quelli a breve ha gia' curvato pesantemente...ci sta a dire che stiamo entrando in recessione, alzare i tassi oltre a non servire a niente per l'inflazione, e' deleterio per l'economia
 
Ultima modifica:

marofib

Forumer storico
Immagine.png
 

marofib

Forumer storico
l'euro che ha gia' capito l'antifona, giustamente e' sceso....normalmente dovrebbe salire (al rialzo dei tassi si sale) ...ma la mossa della bce e' stata ridicola e ne sta prendendo atto
prende atto che si andra' a sbattere e soprattutto prende atto che la politica della bce e' debole
hanno voluto seguire gli americani che si trovano loro si in surriscaldamento...quindi in fase diametralmente opposta

 

marofib

Forumer storico
siamo al diploma del trota, non alla laurea.....frenare la domanda!!!!

vivono su un altro pianeta
c'e' gente che non ha da scaldarsi e mangiare e per loro e' un problema di domanda!



La mossa non sorprende più di tanto i mercati ma conferma la prevalenza dei 'falchi' che premevano per un incremento superiore ai 50 punti stimati inizialmente
Afp

Il Consiglio Direttivo della Bce ha deciso di rialzare di 75 punti i tassi di riferimento con una mossa che non sorprende più di tanto i mercati ma che conferma la prevalenza dei 'falchi' che premevano per un incremento superiore ai 50 punti stimati inizialmente. Con il ritocco deciso oggi l'Eurotower porta i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rispettivamente all’1,25%, all’1,50% e allo 0,75%, con effetto dal 14 settembre 2022.

Si tratta - si legge nella nota diffusa al termine del Consiglio - di una "importante misura che anticipa la transizione dal livello attualmente molto accomodante dei tassi di interesse di riferimento a livelli :clap:
Alla base della scelta odierna una inflazione che "seguita a essere di gran lunga troppo elevata ed è probabile che si mantenga su un livello superiore all’obiettivo per un prolungato periodo di tempo".
Dopo quello di luglio e quello deciso oggi, i rialzi della Bce non finiscono qui visto che "in base alla sua attuale valutazione, il Consiglio direttivo si attende di aumentare ulteriormente i tassi di interesse nelle prossime riunioni per frenare la domanda e mettere al riparo dal rischio di un persistente incremento dell’inflazione attesa". Il Consiglio direttivo - si legge nella nota diffusa dopo la riunione del consiglio - "riesaminerà regolarmente la traiettoria della politica monetaria alla luce delle informazioni più recenti e dell’evolvere delle prospettive di inflazione. Anche in futuro le decisioni sui tassi di riferimento saranno guidate dai dati e rifletteranno un approccio in base al quale vengono definite di volta in volta a ogni riunione".
Alla luce dello scenario attuale "gli esperti della Bce hanno rivisto significativamente al rialzo le proiezioni sull’inflazione, che quindi si porterebbe in media all’8,1% nel 2022, al 5,5% nel 2023 e al 2,3% nel 2024", comunica inoltre il Consiglio direttivo.
 

VERLOC001

Costaguana
Dato che non penso la BCE intera si sia bevuta il cervello, penso invece che sia in malafede.

Ovviamente sanno dell'inflazione da prezzi all'importazione e non da consumo ma il loro accanirsi contro l'inflazione (che poi e' la ragione profonda della politica monetaria della BCE) e' dovuta al fatto che hanno ordini , presumibilmente da oltreoceano (atlantico) se non solo da oltremanica , di impoverire la popolazione europea e ricondurla sotto l'ala degli Stati Uniti.

Questi ultimi non possono accettare una difformita' di esecuzione della politica monetaria europea dalla loro(cosa che invece accettano per quella nipponica che ha ancora i tassi sotto lo zero) perche' sanno che senza la LORO Europa i mercati di sbocco per i loro prodotti saranno via via preclusi a tutto favore del sudestasiatico.

Come l'hanno arricchita settant'anni fa, ora la vorrebbero impoverire e non lasciano l'indipendenza di giudizio delle istituzioni comunitarie che, lasciate libere, potrebbero consolidare la ricchezza e sostituirsi agli Usa come mercato di sbocco asiatico, sia per le necessita' energetiche, che per i prodotti finiti, che banalmente per il turismo.

IL GUINZAGLIO E' SEMPRE PIU' STRETTO e spero che con un colpo d'orgoglio l'europa (unita o disunita a questo punto non fa piu' differenza) possa riprendersi l'indipendenza essenzialmente culturale che le e' sempre stata riconosciuta
 
Ultima modifica:

concealing baby

Che Dio li fulminasse adesso!!!
Dato che non penso la BCE intera si sia bevuta il cervello, penso invece che sia in malafede.

Ovviamente sanno dell'inflazione da prezzi all'importazione e non da consumo ma il loro accanirsi contro l'inflazione (che poi e' la ragione profonda della politica monetaria della BCE) e' dovuta al fatto che hanno ordini , presumibilmente da oltreoceano (atlantico) se non solo da oltremanica , di impoverire la popolazione europea e ricondurla sotto l'ala degli Stati Uniti.

Questi ultimi non possono accettare una difformita' di esecuzione della politica monetaria europea dalla loro(cosa che invece accettano per quella nipponica che ha ancora i tassi sotto lo zero) perche' sanno che senza la LORO europa i mercati di sbocco per i loro prodotti saranno via via preclusi a tutto favore del sudestasiatico.

Come l'hanno arrichita settantanni fa, ora la vorrebbero impoverire e non lasciano l'indipendenza di giudizio delle istituzioni comunitarie che lasciate libere potrebbero consolidare la ricchezza e sostituirsi agli Usa come mercato di sbocco asiatico sia per le necessita' energetiche che per i prodotti finite che banalmente per il turismo.

IL GUINZAGLIO E' SEMPRE PIU' STRETTO e spero che con un colpo d'orgoglio l'europa (unita o disunita a questo punto non fa piu' differenza) possa riprendersi l'indipendenza essenzialmente culturale che le e' sempre stata riconosciuta

Alleluiah :up:
 

Ranger

Swing Trader
x me invece hanno fatto bene .....intanto non me la sento di criticare l'operato di una banca centrale....e pensare nella malafede etc etc :wall::wall:

i motivi x cui ha fatto bene : 1. riequilibria il tasso di cambio con il dollaro. 2. combatte il rialzo dei prezzi in certi settori ..in primis l'edilizia dove è sotto gli occhi di tutti lo scempio inflattivo(nel nostro paese).

ps : semmai l'anomalia era quando i tassi stavano a zero......con la fine delle iniezioni di liquidita' delle banche centrali è chiaro che si ritorna ad un regime normale del costo del denaro.
 

Pitagora

Aquila libera
Dato che non penso la BCE intera si sia bevuta il cervello, penso invece che sia in malafede.

Ovviamente sanno dell'inflazione da prezzi all'importazione e non da consumo ma il loro accanirsi contro l'inflazione (che poi e' la ragione profonda della politica monetaria della BCE) e' dovuta al fatto che hanno ordini , presumibilmente da oltreoceano (atlantico) se non solo da oltremanica , di impoverire la popolazione europea e ricondurla sotto l'ala degli Stati Uniti.

Questi ultimi non possono accettare una difformita' di esecuzione della politica monetaria europea dalla loro(cosa che invece accettano per quella nipponica che ha ancora i tassi sotto lo zero) perche' sanno che senza la LORO Europa i mercati di sbocco per i loro prodotti saranno via via preclusi a tutto favore del sudestasiatico.

Come l'hanno arricchita settant'anni fa, ora la vorrebbero impoverire e non lasciano l'indipendenza di giudizio delle istituzioni comunitarie che, lasciate libere, potrebbero consolidare la ricchezza e sostituirsi agli Usa come mercato di sbocco asiatico, sia per le necessita' energetiche, che per i prodotti finiti, che banalmente per il turismo.

IL GUINZAGLIO E' SEMPRE PIU' STRETTO e spero che con un colpo d'orgoglio l'europa (unita o disunita a questo punto non fa piu' differenza) possa riprendersi l'indipendenza essenzialmente culturale che le e' sempre stata riconosciuta



Ottime osservazioni, il problema principale non è tanto l'inflazione , quanto lo sono...loro.
Col QE, ovvero la stampa a manetta di denaro privo di valore intrinseco, a livelli mai visti prima, hanno solo replicato quello che avevano iniziato gli yankee, di cui eseguono supinamente gli ordini, ora, hanno perso sia il controllo del giochino del QE che quello dell'inflazione, trovandosi in territori inesplorati, le cui effimere conseguenze sconoscono loro stessi (non mi stupirei se alcuni decisori che decidono delle nostre vite, siano regolari assuntori di droghe o psicofarmaci) la guerra, appare una scusa , con la quale, cercano di sopperire sia alle loro magagne che alla perdita della leadership mondiale, visto che l'unica certezza, resta l'impoverimento di centinaia di milioni di persone e l'inizio di sommosse popolari se il fenomeno dovesse perdurare.


Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli».
Frasi Vangelo
 
Ultima modifica:

marofib

Forumer storico
+ che imbeccati dagli usa, e' una bce tedesca....alla quale non fotte un caxxo di come staranno gli altri
e' chiaro che sta manovra andra' a colpire soprattutto le periferie
 
Ultima modifica:

Users who are viewing this thread

Alto