Gl'intollerabili danni del veterofemminismo sullo stilnovismo (1 Viewer)

Claire

ἰοίην
Te ne posto due.
Nella seconda nemmeno si capisce il prodotto pubblicizzato e te lo dico io: prodotti per l'igiene personale:-o
 

Allegati

  • wifi.jpg
    wifi.jpg
    7,2 KB · Visite: 167
  • af32c57cf2a111e1837022000a1d00e9_7.jpg
    af32c57cf2a111e1837022000a1d00e9_7.jpg
    12,6 KB · Visite: 176

Claire

ἰοίην
Anche questa, per esempio, ma ce ne sono a decine
 

Allegati

  • schermata-08-2456152-alle-00-07-31.png
    schermata-08-2456152-alle-00-07-31.png
    161,7 KB · Visite: 169

popov

Coito, ergo cum.
domanda: perché le donne (ma son tutte modelle?) facendosi fotografare in sì inequivoche pose alimentano codesto modo di far pubblicità?

possibili risposte:

1) non sono vetero-femministe
2) non sono nemmeno neo-femministe
3) sono stil-noviste
4) devono pur lavorare
5) traggono piacere nello stuzzicare gl'istinti primordiali
6) 2 risposte a scelta tra le precedenti
7) boh
 

Claire

ἰοίην
domanda: perché le donne (ma son tutte modelle?) facendosi fotografare in sì inequivoche pose alimentano codesto modo di far pubblicità?

possibili risposte:

1) non sono vetero-femministe
2) non sono nemmeno neo-femministe
3) sono stil-noviste
4) devono pur lavorare
5) traggono piacere nello stuzzicare gl'istinti primordiali
6) 2 risposte a scelta tra le precedenti
7) boh

Le donne sono tutte diverse. Ce ne saranno sicuramente alcune per ogni risposta possibile.

Ma soprattutto, ricordiamolo, la cultura dominante nella quale siamo immersi ci insegna che noi donne valiamo soprattutto in quanto avvenenti, e sessualmente interessanti (basta vedere alcuni spot e aluni giocattoli e l'intera produzione delle riviste "femminili").
Cresci una ragazza per 20/30 anni in un contesto culturale simile e vedi se plagi tutto il suo modo di vivere e vedere se stessa.
 

timurlang

Etsi omnes , Ego non
Le donne sono tutte diverse. Ce ne saranno sicuramente alcune per ogni risposta possibile.

Ma soprattutto, ricordiamolo, la cultura dominante nella quale siamo immersi ci insegna che noi donne valiamo soprattutto in quanto avvenenti, e sessualmente interessanti (basta vedere alcuni spot e aluni giocattoli e l'intera produzione delle riviste "femminili").
Cresci una ragazza per 20/30 anni in un contesto culturale simile e vedi se plagi tutto il suo modo di vivere e vedere se stessa.

hai ragione

quello che non capisco è perché si usi uno stereotipo sessualmente coinvolgente per un uomo quando gli acquisti sono un attributo/competenza prevalentemente femminile

io di marketing non capisco una fava (ed evito sistematicamente tutte le pubblicità che non riguardino materiale alpinistico)

cosa scatta nella testa di una donna che vede una coogenere a quattro zampe , per spingerla ad acquistare quel detersivo ?
 

popov

Coito, ergo cum.
ne deduco altresì che se le pubblicità sono infarcite di tette e cùli significa che chi decide l'acquisto di determinati beni è l'uomo.

e anche questo non va bene, come se una donna non fosse in grado di decidere autonomamente qual è la migliore tariffa per il suo telefono o quale auto comprare.
 

Claire

ἰοίην
hai ragione

quello che non capisco è perché si usi uno stereotipo sessualmente coinvolgente per un uomo quando gli acquisti sono un attributo/competenza prevalentemente femminile

io di marketing non capisco una fava (ed evito sistematicamente tutte le pubblicità che non riguardino materiale alpinistico)

cosa scatta nella testa di una donna che vede una coogenere a quattro zampe , per spingerla ad acquistare quel detersivo ?

ne deduco altresì che se le pubblicità sono infarcite di tette e cùli significa che chi decide l'acquisto di determinati beni è l'uomo.

e anche questo non va bene, come se una donna non fosse in grado di decidere autonomamente qual è la migliore tariffa per il suo telefono o quale auto comprare.

Si produce un meccanismo dannosissimo chiamato autoggettivazione.
In pratica una donna smette da sé di vedersi in primo luogo come una persona e fa di tutto per risultare gradevole agli occhi dell'uomo.
Questo accade perché si è tanto immersi in questa cultura che non se ne vede un'altra alternativa.
E quindi diventa attraente un certo prodotto perché si pensa che ci faccia diventare più seducenti e sexy.
E tutti i messaggi pubblicitari sono vòlti a questo: compra quel bagnoschiuma e sarai sexy.

I danni dell'autoggettivazione a livello sociale sono fortissimi.:(

Guardate che non è facile proprio per niente affrancarsi da questo modo di vedersi che ci insegnano fin da piccolissime.
E infatti capita anche a me.
 

Claire

ἰοίην
Guardate questa pubblicità.
Ditemi se non è vero che veicola queste informazioni ad una BAMBINA:

1) il lavoro per le donne è bello e desiderabile se riguarda la sfera estetica
2) essere belle è vitale: ammicca, fatti bella fin da piccola e avrai successo.
A me disgusta. Mettono in mano ad una BAMBINA un oggetto come il rossetto che è un chiaro strumento per il richiamo sessuale.
Non hanno più rispetto nemmeno per l'infanzia e le bambine vengono sessualizzate sempre prima.:(
 

Allegati

  • 378357_339529802800900_1761182653_n.jpg
    378357_339529802800900_1761182653_n.jpg
    26,1 KB · Visite: 155

Claire

ἰοίην
Quindi Igno, la tua immagine non è tale da essere biasimata dalle femministe, le quali hanno davvero problemi più grossi da affrontare :D e io ve ne ho mostrati solo una piccolissima parte, perché quella più grave, che riguarda la violenza di genere (che però è conseguenza ANCHE di queste rappresentazioni delle donne), ve la risparmio, per oggi, almeno :D
:-o

Capiterà prima o poi che mi venga voglia di trattare (ancora) di questo tema :(
 

Users who are viewing this thread

Alto