Analizziamo il ftse mib (1 Viewer)

SEE FU

AMO LA NANA 😁
FTSE MIB.JPG


Allora, recapitolando la situazione secondo me è la seguente.
Ci sono tre possibilità:

a) SITUAZIONE RIALZISTA - Questa situazione è sempre possibile fino a che stiamo sopra il supporto a 15.100 punti. L'eventualità rialzista verrebbe confermata nel caso in cui il FTSE MIB andasse sopra la resistenza a circa 16.200 punti.
La scorsa settimana, in data 10 aprile, abbiamo avuto un forte rialzo che sembrava dare per certa la tenuta del supporto a 15.100 punti. Ma con gli ultimi ribassi non sono più tanto sicuro.
L'eventualità rialzista verrebbe favorita dal miglior rendimento dei dividendi azionari rispetto a quello delle obbligazioni.

b) SITUAZIONE INCERTA - Abbiamo questa situazione nella fascia tra i 15.100 punti ed i 14.850 punti. Questa zona è una specie di "terra di nessuno" nella quale sono possibili sia ipotesi rialziste che ribassiste.

c) SITUAZIONE RIBASSISTA - Si verificherebbe sotto quota 14.850 punti. In tal caso ci sarebbe il forte pericolo di un crollo. Sul web esiste anche la seguente analisi che parla di questa possibilità.
Ftsemib 14800 area di break point di medio periodo! - Forum di Finanzaonline.com
L'eventualità ribassista verrebbe favorita dal crollo dei prezzi dei metalli.

Ok. Aspetto commenti.
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
Aggiungo anche altre due indicazioni.

c) L'eventuale passaggio sotto 15.450 punti negherebbe la candela rialzista del 10 aprile scorso. Ciò potrebbe significare che questo rialzo era un falso segnale organizzato dale mani forti per imbrogliare i piccoli traders. Ciò mi sembra strano perchè in quella data c'era stato un netto aumento dei volumi, e questo mi faceva pensare che il segnale fosse vero. Dunque un eventuale passaggio sotto i 15.450 sarebbe preoccupante.

d) Qualora il prossimo minimo fosse superiore a quello del 5 aprile avremmo una divergenza rialzista, e questo farebbe ben sperare.
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
Oggi abbiamo chiuso negativi. Ma la candela del FTSE MIB è una "inverted hammer" che è rialzista. Dunque speriamo in una apertura positiva per domani. ;) ;) ;)
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
FTSE MIB.jpg


Aggiorno questo thread

1) Oggi abbiamo chiuso in rialzo. Notiamo che l'indice FTSE MIB ha fatto due minimi crescenti ("A" e "B") rispettivamente in data 5 aprile e 17 aprile. La presenza di due minimi crescenti può essere catalogata come divergenza rialzista, e la si può riscontrare anche su diversi oscillatori.
Per questi due minimi crescenti ho anche tracciato una retta di supporto dinamico nera, e la sua eventuale foratura al ribasso sarebbe da considerarsi un primo segnale di allarme.
La suddetta divergenza rialzista verrebbe confermata nel caso in cui nei prossimi giorni il FTSE MIB facesse un massimo superiore a quello dello scorso 11 aprile, ovverosia sopra i 16.040 punti.

2) La situazione tecnica, al momento, propende dunque per il rialzo, ma sarà rialzo conclamato solo in caso di passaggio sopra i 16.200 punti, livello oltre il quale potremo allungare verso l'area 16.700 - 16.900 punti.
Negazione delle posiibilità rialziste in caso di passaggio sotto i 15.100 punti.

3) Dal 25 febbraio scorso ci stiamo muovendo in una banda di oscillazione compresa tra i 16.200 ed i 15.100 punti. L'uscita da uno dei due lati di questa compressione di volatilità sarà molto violenta ed indicherà la direzione che vuole prendere il mercato.

4) A differenza della seduta del 5 aprile i volumi stavolta sono stati del tutto normali.

5) Non mi intendo molto di analisi ciclica, ma credo che il 5 aprile sia partito un nuovo mensile. Se questo fosse vero dovremmo avere positività fino a poco prima dello stacco delle cedole.
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
La seguente analisi:
http://www.trend-online.com/prp/piazza-affari-attese-seduta-210413/

conferma quello che dico io, cioè:
"Dal punto di vista tecnico, nuovi margini di recupero si apriranno solo con il superamento dei 16.000 punti che porterà l’indice a misurarsi in primis con l’ostacolo dei 16.200. La violazione di questa soglia di prezzo permetterà alle quotazioni di proseguire lungo la via del recupero in direzione dei 16.500 e dei 16.700, prima di un approdo sui 17.000 punti nella migliore delle ipotesi, anche se il raggiungimento di questo livello nel breve appare prematuro."

Cioè avremo un trend rialzista conclamato solo sopra FTSE MIB = 16.200 punti.

Al momento però non trovo analisi che dicono l'altra cosa che sostengo io, ovverosia che sotto l'area di supporto 15.100 - 14.800 punti c'è rischio di crollo. Questa è una cosa sostenuta solo da un certo FILOTTRANOTRADER che scrive su www.finanzaonline.com.
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
Venerdì l'indice FTSE MIB ha chiuso a 15.760 punti. e siccome siamo circa a metà strada dobbiamo prendere in considerazione entrambe le ipotesi, e cioè il rialzo sopra i 16.200 punti che il crollo sotto i 15.100 punti.

A mio parere tutto dipenderà dall'andamento delle materie prime. Molte di queste sono a prezzi bassi, e si trovano su dei supporti. I supporti possono tenere e allora ci sarà rimbalzo oppure possono cedere come è successo nel caso dell'oro, e allora c'è il crollo.

Nel caso delle borse, la materia prima più il importante è il rame, che ha un supporto fondamentale a 3,05$. Se questo supporto dovesse cedere sarebbero veramente dolori.

L'andamento dei prezzi delle materie prime è importante per capire se l'economia mondiale è in fase di espansione oppure di recessione,
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
Molte materie prime ed indici di borsa si trovano su importanti supporti. La loro tenuta oppure violazione al ribasso deciderà l'andamento delle altre borse, tra cui la nostra.
Non mi azzardo a prevedere se questi supporti critici terranno oppure no, però posso dire i loro livelli esatti:

MATERIE PRIME
COPPER: 3,05 $
CRUDE OIL: 85 $

INDICI DI BORSA
S&P500 = 1.539 punti
DAX = 7.450 punti
CAC40 = 3.600 punti
EUROSTOXX 50 = 2.567 punti

Dunque, bene fino a che stiamo sopra i suddetti livelli, ma crollo in caso di passaggio sotto gli stessi.
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
Ricordo infine che le materie prime sono ora a prezzi bassi, ma sono anche in trend negativo da diverso tempo, e al momento non ci sono segnali di inversione del trend.

Il trend negativo delle materie prime potrebbe significare recessione mondiale, cosa che non è certo buona per le borse.
 

SEE FU

AMO LA NANA 😁
commodities.jpg


Per capire l'andamento delle materie prime prendo come esempio questo ETC All Commodities.
Si vede chiaramente che le materie prime hanno fatto un massimo storico il 23 luglio 2012 e da allora sono sempre scese.
Il rischio è che se le materie prime continuano a scendere, questo fatto potrebbe provocare un crollo delle borse tipo quello avvenuto nell'autunno 2008.
 

Users who are viewing this thread

Alto