Le stampe giapponesi (1 Viewer)

RicardoBu_

Nuovo forumer
Da qualche settimana sto facendo ricerche su stampe giapponesi e mi sono imbattuto in questa cosa singolare (ma che forse in realtà non è).
Prendiamo ad esempio questa stampa:


Questa galleria Shukado con relativo sito japanese-finearts.com ha zero recensioni di utenti su google, facebook, ecc...a differenza di molte altre (tipo la Hara Shobo postata sopra) ma tiene molte stampe a prezzi "competitivi", principalmente perchè lo stato di conservazione non è proprio il top (vedi ad esempio quella linkata sopra).

A questo punto ho fatto un'operazione di verifica proprio per questa stampa, semplicemente buttando l'immagine in google lens e vedendo cosa esce.
Al netto della verifica sulla possibile autenticità tramite controllo firma, sigillo, ecc...ho trovato una corrispondenza esatta con questa:


E con esatta intendo esatta esatta, nel senso che a guardar bene la foto sembra proprio la stessa. Dunque non una stampa analoga ma proprio lo stesso pezzo.
Dunque la stessa stampa è in vendita sia su ebay (da parte di questa fantomatica JP-Product-Retail) sia da Shukado, a prezzi l'uno doppio dell'altro.
Ho verificato anche un'altra stampa e la situazione è la medesima, con prezzi nettamente diversi.
Le descrizioni dei pezzi differiscono nella prosa, ma i dati essenziali dichiarati (probabilmente autentici, non credo siano falsi) sono gli stessi.

E' possibile dunque che il proprietario di questa stampa, titolare di 2 "aziende" diverse, la metta in vendita (come molte altre) su due siti diversi, a prezzi nettamente diversi? Può essere considerata una pratica corretta e trasparente? "Se c'è chi la compra..." voi direte.

I feedback su ebay rasentano la perfezione, però mi chiedo se tutto ciò rende questo fornitore complessivamente affidabile...
 

RedArrow

Forumer storico
Da qualche settimana sto facendo ricerche su stampe giapponesi e mi sono imbattuto in questa cosa singolare (ma che forse in realtà non è).
Prendiamo ad esempio questa stampa:


Questa galleria Shukado con relativo sito japanese-finearts.com ha zero recensioni di utenti su google, facebook, ecc...a differenza di molte altre (tipo la Hara Shobo postata sopra) ma tiene molte stampe a prezzi "competitivi", principalmente perchè lo stato di conservazione non è proprio il top (vedi ad esempio quella linkata sopra).

A questo punto ho fatto un'operazione di verifica proprio per questa stampa, semplicemente buttando l'immagine in google lens e vedendo cosa esce.
Al netto della verifica sulla possibile autenticità tramite controllo firma, sigillo, ecc...ho trovato una corrispondenza esatta con questa:


E con esatta intendo esatta esatta, nel senso che a guardar bene la foto sembra proprio la stessa. Dunque non una stampa analoga ma proprio lo stesso pezzo.
Dunque la stessa stampa è in vendita sia su ebay (da parte di questa fantomatica JP-Product-Retail) sia da Shukado, a prezzi l'uno doppio dell'altro.
Ho verificato anche un'altra stampa e la situazione è la medesima, con prezzi nettamente diversi.
Le descrizioni dei pezzi differiscono nella prosa, ma i dati essenziali dichiarati (probabilmente autentici, non credo siano falsi) sono gli stessi.

E' possibile dunque che il proprietario di questa stampa, titolare di 2 "aziende" diverse, la metta in vendita (come molte altre) su due siti diversi, a prezzi nettamente diversi? Può essere considerata una pratica corretta e trasparente? "Se c'è chi la compra..." voi direte.

I feedback su ebay rasentano la perfezione, però mi chiedo se tutto ciò rende questo fornitore complessivamente affidabile...
Sono cose che capitano molto spesso. Potrebbe trattarsi dello stesso venditore che su ebay mette un prezzo diverso perchè chi acquista su ebay chiede sempre sconti anche forti, a cui il venditore deve aggiungere la commissione chiesta da ebay. Oppure potrebbe trattarsi di "tecnologia" nel senso che spesso alcuni siti sono dei "superpredatori" (in biologia i predatori che mangiano altri predatori) :) cioè siti che non vendono cose proprie ma che mettono in vendita cose di altri che non possiedono, ovviamente caricando un grosso margine, e in caso di vendita acquistano di là per vendere di qua. In questo secondo caso la pratica commerciale è del tutto scorretta se non c'è un accordo commerciale tra le parti, ma su questo punto noi semplici internauti non sappiamo niente.
 
Ultima modifica:

baleng

Per i tuoi meriti dovrai sempre chiedere scusa
Per questa
1707662002372.jpeg


la galleria Ukiyoe Gallery SHUKADO chiede $53,58, mentr su eBay lo stesso di quell'altra chiede 112. Identica situazione. Cioè, su eBay chiedono il doppio, ma il fatto è che, visti i prezzi, relativi, ci può stare. Credo comunque si tratti del secondo caso prospettato da Red! Però c'è una terza possibilità: la galleria ne aveva molti e l'ebayano ne ha comprato uno, mettendolo lecitamente in vendita, ed è chiaro che la galleria in questo caso continua a usare la stessa foto. Diciamo che anche noi, talora, illustriamo le nostre stampe usando una riproduzione già pronta su internet.
 
Ultima modifica:

RicardoBu_

Nuovo forumer
Però c'è una terza possibilità: la galleria ne aveva molti e l'ebayano ne ha comprato uno, mettendolo lecitamente in vendita, ed è chiaro che la galleria in questo caso continua a usare la stessa foto. Diciamo che anche noi, talora, illustriamo le nostre stampe usando una riproduzione già pronta su internet.
Vero, c'è anche questa possibilità!

Comunque su ebay vedo che danno il "free shipping", mentre Shukado te lo calcola a parte (25 euro per l'Italia, gliel'avevo chiesto per email), per cui probabilmente questa speculazione enorme, considerando appunto la commissione di ebay e altre menate, non c'è.

Shukado comunque qualcosa interessante secondo me ce l'ha (a prezzi umani dico)...peccato che lo stato di conservazione tra pieghe, foxing e buchetti vari non sia proprio il massimo. Inoltre sono stati imprecisi per la datazione di una stampa che ho chiesto (sul loro sito era scritta una data, per email è diventata più vecchia di 10 anni, mentre trovando la stessa sul sito di un museo risulta più recente).

E fermo restando che su internet e social non trovo alcuna vera "recensione" di un loro acquisto...
 

Users who are viewing this thread

Alto