CMC Ravenna 6,875% 2017-22 (XS1645764694) - 6% 2017-23 (XS1717576141) (3 lettori)

winston wolf

Forumer attivo
Cmc Ravenna, proclamato lo stato di agitazione nella sede
Lavoratori e sindacati lamentano "situazione di forte criticità in merito alla gestione della cassa integrazione" e di "forte preoccupazione per la mancanza di un progetto futuro per la cooperativa"

Condividi Tweet Invia tramite email
Cmc di Ravenna
Cmc di Ravenna
Ravenna, 29 settembre 2020 - Dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori alla Cmc sede di Ravenna. Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, unitamente alle Rsu, hanno convocato l’assemblea sindacale dei lavoratori, unità produttiva Ravenna Sede, venerdì 25 settembre per valutare la situazione della cooperativa successivamente all’omologa del concordato. La discussione e il confronto con i lavoratori hanno evidenziato una situazione di forte criticità in merito alla gestione della cassa integrazione e di forte preoccupazione per la mancanza di un progetto futuro per la cooperativa.
Il percorso partito a dicembre 2018 con la crisi finanziaria della Cmc per arrivare all’omologa del concordato in continuità, con il decreto del tribunale di Ravenna di fine maggio 2020, "è stato lungo e complicato con l’impegno e i sacrifici di tutti i soci e i lavoratori, principalmente per l’ampio utilizzo della cassa integrazione" si legge in una nota dei sindacati.
"Oggi - continua la nota - dopo 4 mesi dal raggiungimento di questo importante traguardo, di cui si dà merito alla cooperativa, non si vede quel cambio di passo che si ritiene necessario per il futuro e per il rilancio della cooperativa, anzi diverse problematiche sono diventate non più rinviabili nella propria risoluzione. In particolare i lavoratori lamentano che nella gestione della cassa integrazione - attualmente coinvolge più della metà delle ore lavorabili - non vengono rispettati i criteri della rotazione; molti lavoratori sono collocati da diverso tempo a zero ore. Inoltre gli incontri sindacali, per il confronto e la correzione degli squilibri della cassa, risultano per la volontà di gestione unilaterale della cooperativa inutili e frustranti".

"Quello che preoccupa maggiormente e su cui si chiede l’attivazione di un serio confronto di merito - si legge ancora nella nota - è l’avvicinarsi della scadenza degli ammortizzatori sociali e la mancanza di un piano industriale e di un progetto per il rilancio della Cmc. E’ chiaro a tutti che la Cmc, oltre a gestire quanto previsto dal piano concordatario, deve riposizionarsi e riorganizzarsi per avere un ruolo nel mondo delle costruzioni, in Italia e all’estero e trovare le risorse per dare occupazione a tutti i soci e i lavoratori attualmente impiegati. Ad oggi né le organizzazioni sindacali, né i soci e i lavoratori sono a conoscenza e/o coinvolti nella costruzione del progetto di rilancio".
Per tutte queste ragioni e "per attivare un confronto serio e di merito che porti a correggere gli squilibri sulla cassa integrazione e sul futuro della Cmc", i sindacati proclamano lo stato di agitazione di tutti i lavoratori della Cmc della sede di Ravenna riservandosi ulteriori iniziative nel caso non ci fossero risposte adeguate.
 

winston wolf

Forumer attivo
Cmc Ravenna, proclamato lo stato di agitazione nella sede
 

Allegati

  • 20200930_CarlinoRA_CMC.pdf
    580,7 KB · Visite: 240
  • 20200930_CorriereRA_CMC.pdf
    131,9 KB · Visite: 255

winston wolf

Forumer attivo
Cmc ci riprova: Negozi e verde nelle sue aree
Dopo dieci anni dal primo progetto la cooperativa presenta un altro progetto per la riqualificazione dell’area di sua proprietà nel quartiere sull’acqua
 

Allegati

  • 20201001_CarlinoRA_CMC_1.pdf
    223,3 KB · Visite: 309

Proteus40

Forumer attivo
Se vi fosse stata realmente la volontà di ricominciare non avrebbero rieletto gli stessi "ottimi managers" che hanno gestito e portato in questa situazione l'azienda. Se non erro certe figure dovrebbero essere elette dagli stessi soci-lavoratori, quindi su cosa stanno piangendo questi qui, se hanno mantenuto in carica certa gente invece di cacciarli a calci nel culo. Chiaro che la lega delle cooperative ha avuto e continua ad avere responsabilità su tutto quello che sta succedendo. Comunque se qualcuno pensa che questi siano in grado di risollevarsi è a dir poco un illuso.
 
Ultima modifica:

Brizione

Moderator
Membro dello Staff
Gentile Proteus
Comprendo che tu e gli altri investitori siete a dir poco furiosi e frustrati
E con tutte le ragioni!!!!!!

però ti invito a pesare le parole scritte
Potresti passare dalla padella alla brace
E sarebbe oltremodo penalizzante
 

Proteus40

Forumer attivo
Gentile Proteus
Comprendo che tu e gli altri investitori siete a dir poco furiosi e frustrati
E con tutte le ragioni!!!!!!

però ti invito a pesare le parole scritte
Potresti passare dalla padella alla brace
E sarebbe oltremodo penalizzante

Hai ragione Brizione, hai visto mai che tra le tante qualità dimostrate questa gente sia anche permalosa, tra l'altro il "presidente" di CMC mi pare sia pure un avvocato e con questo molte cose si spiegano.
 

Users who are viewing this thread

Alto